Select Page

Scopo dello Yoga

Scopo dello Yoga Spanda Yoga Roma

Scopo dello Yoga

Lo Yoga ha uno Scopo non scopo e la pratica dello Yoga può essere ritenuta tale solo se nel praticante è presente l’anelito di incontrare realmente, onestamente se stesso prima, per incontrare poi veramente l’altro, il mondo.

Fintanto che non nasce l’unico desiderio d’incontrare noi stessi nella nudità interiore, continuiamo a vivere in un mondo che non potrà mai fornire il senso di pienezza, benessere e gioia che desideriamo e che cerchiamo continuamente fuori e che può esserci solo dopo un onesto percorso di integrazione.

Nel Mondo dello Yoga, del Tantra ad esempio, non basta acquisire tecniche, asana, concetti, teorie, esperienze sentimentali o erotiche, visioni e oggetti, di cui si appropria e identifica l’ io che necessita di una spiritualità a buon mercato con il quale sostituire la propria identità.

Il Consumo Narcisistico

Il consumo narcisistico che oggi si fa dello yoga non può procurare nulla di diverso da qualsiasi altra attività.

Nudo significa libero, privo di sovrastrutture e identificazioni, andare nell’essenza, presente infondo all’anima di ogni uomo, il suo spirito.

Sottolineo, senza approfondire che lo stesso vale per ciò che viene definito Tantra, come se fosse una pratica diversa, separata dallo Yoga.

Lo Yoga è tantra, le divisioni e ambiguità nascono perché si ignora e non si conosce, ma si apprende da media o da libri scritti solo per acquisire prestigio personale, magari seguaci e non per fornire conoscenza.

Scopo dello Yoga Il Consumo Narcisistico Spanda Yoga Roma

Il Consumo Narcisistico
Scopo dello Yoga

La Componente Fisica nello Yoga

La componente fisica nello yoga, asana kriya, pranayama, bhanda, mudra, ed altro, rappresenta certamente uno degli strumenti attraverso il quale si accede a quell’essenza profonda, indeterminata, assoluta, connessa, dell’individuo, in grado di renderlo integro, consapevole e gioioso senza condizioni.

Ma questa pratica fisica-energetica deve essere però realizzata attraverso una presenza cosciente, dove l’attività mentale ordinaria viene assorbita prima nella coscienza sensoriale del corpo, del respiro, al cospetto dell’energia, diversa e sempre in trasformazione che in ogni attimo si sposta, si genera, si blocca, implode, esplode, fluisce, si espande.

Per arrivare a questa presenza durante la pratica, è necessaria l’assenza di quell’io abituale con il quale siamo identificati e soliti pensare, giudicare e che non permette l’ascolto onesto, vibrante della vita, la nostra, fatta di oscurità e luce, con la quale invece dovremmo entrare in profonda relazione ogni istante della pratica.

Scopo dello Yoga Una Presenza Cosciente Spanda Yoga Roma

Una Presenza Cosciente
Scopo dello Yoga

Una Presenza Cosciente

Per realizzare questa presenza cosciente, vibrante, bisogna percorrere una sorta di grammatica, o meglio morfologia che consiste in un’ esperienza della pratica che procede lungo diversi processi che si vanno a  fissare su piani più profondi, risvegliando anche i livelli di Coscienza più sottili, i Kosha.

Questo processo esperienziale che dovrebbe attraversare ogni pratica di yoga consapevole, non ha una vera e propria linearità o ordine di esecuzione è composto di, attivazione dell’energia, fluidità, elasticità, flusso ascendente, discendente e circolare, potenziamento, assorbimento, meditazione, trascendenza.

Un viaggio inizia solo se vi è il rilascio consapevole dell’identità personale carica di sovrastrutture, ansie, dolori e sofferenze con le quali giungiamo a sederci sul tappetino per iniziare la pratica, disponibili a scoprire ed esperire una trasformazione dove far sorge una condizione di profonda presenza nel qui ed ora al cospetto della fremente energia che pullula in ogni vita umana e non solo, lo Spanda.

Lo Stato di Yoga

Quando l’idea, il pensiero e l’appropriazione dello spazio e del tempo trascorso durante la pratica viene meno, è possibile l’espressione autentica, intensa, ma semplice, spontanea del fremito che da vita ad ogni istante di consapevole gioia che sta alla natura dell’essenza di ogni uomo consapevole.

E’ questa l’esperienza che merita di essere chiamata Yoga perché nasce in India, in Cina, in Giappone, in Medio Oriente, nella mistica cristiana e non solo, tra i curanderi e così via per ogni altra cultura spirituale, si chiamerebbe in altri modi, ma dello stesso principio vitale – divino si tratta e senza il quale un uomo non può sperare di giungere ad un reale stato di appagamento e integrità cui si riferisce lo Yoga.

Scopo dello Yoga Lo Stato di Yoga Spanda Yoga Roma

Lo Stato di Yoga
Scopo dello Yoga

Informazioni sull'Autore

Spanda Yoga

Mi chiamo Silvia Mileto e nasco a Roma nel 1971. Fin da giovanissima, anche “grazie” a un’esperienza personale particolarmente impegnativa dal punto di vista fisico e non solo, ho sentito il richiamo verso la comprensione del senso profondo della vita, dell’essere umano e del complesso mondo interiore da cui è abitato e si riflette inevitabilmente sul corpo fisico.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Affiliata

Spanda Yoga Roma Scuola Certificata YAI Spanda Yoga ASI Italia Spanda Yoga Roma La Crisalide asd

Eventi

Seminario

Facebook

Archivi

Iscriviti alla Newsletter Spanda Yoga

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Unisciti alla nostra mailing list per ricevere le ultime novità e le notizie da Spanda Yoga.

Grazie per la Tua Iscrizione!

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito e visitando altre pagine accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi